Coding: Fullstack - iMasterArt

Coding: Fullstack

Coding: Fullstack

E’ il Master che consente all’Allievo di acquisire dimestichezza nell’utilizzo dei principali Linguaggi di Programmazione destinato alle APP basate su Cloud come per esempio sono Airbnb, Facebook o Netflix ma non solo.

Valore aggiunto del Master: sistematiche e funzionali sessioni di pratica volte a sperimentare ed applicare le nozioni teoriche apprese; gli esempi e gli esercizi proposti permetteranno all’Allievo di cimentarsi con problematiche tipiche di Process Automation di livello Enterprise, sviluppando così una naturale propensione al Problem Solving.

Al termine del Master lo studente avrà acquisito esperienza e competenza nelle seguenti aree:

  • Linguaggi e tecnologie FE: HTML, CSS, Javascript
  • Linguaggi di programmazione BE: JAVA, PHP, Javascript, SQL
  • Web App Open Source pronte e diffuse: WordPress
  • Framework principale di sviluppo FE: ReactJS
  • Framework principale di sviluppo BE: Spring Boot
  • Ambiente di produzione: AWS, GIT CI/CD
  • Test e Bug: Jest, Cypress, Sentry

Di seguito il programma dettagliato del Master suddiviso per aree tematiche.

WEB: Reti, Internet, HTML & CSS

Attraverso un percorso tecnologico e storico a partire dalle basi lo studente viene a contato con un approccio innovativo alla programmazione delle soluzioni web, che oggi sono lo standard sul mercato.

Grazie a queste basi, utili soprattutto a fare delle scelte ponderate nell’architettura della soluzione e relativi strumenti, lo studente comprende storicamente e tecnologicamente i concetti chiave del web, oltre a costruire e programmare i suo primo sito web statico.

Siti web dinamici: PHP & MySQL

Il passaggio da un sito web statico ad un sito web dinamico rende obbligatorio l’utilizzo di alcuni strumenti di programmazione più complessi così come anche la conoscenza dei database che nel Master saranno PHP e MySQL in quanto strumenti oggi tra i più accessibile e quindi diffusi nella programmazione web.

Attraverso questa conoscenza lo studente è in grado di creare la struttura di un sito web dinamico interattivo che è anche un esempio primordiale di una Web APP.

Gestione dei contenuti: CMS & Javascript

Ora lo studente può dedicarsi alla personalizzazione del sito che è anche un primo esempio di programmazione FE.

Per poterlo fare in libertà si utilizza WordPress, uno dei CMS più diffusi attualmente sul mercato con l’obiettivo di sviluppare un tema custom, che con l’occasione si analizza in tutta la sua architettura.

Lo studio approfondito dell’architettura di WordPress e di Javascript, strumento indispensabile per la realizzazione di animazioni complesse nel web, lo studente personalizza un sito web completo, nonché la sua prima WebApp.

Frontend: Introduzione a ReactJS

Il passaggio ad una Single Page Application (SPA), che si possa interfacciare al backend via API, richiede l’utilizzo di un framework che nel nostro caso sarà ReactJS.

Attraverso la comprensione dei node/npm, il lifecycle di React ed i componenti si comincia a sviluppare una prima SPA.

L’Allievo apprenderà in questo modo a gestire una pipeline completa che possa portare l’applicazione dalla sua macchina ed ambiente di sviluppo, al cloud, ovvero direttamente in ambiente di produzione.

Frontend WebApp: ReactJS Advanced

Ogni WebApp complessa che voglia rimanere performante e manutenibile raggiunge questi obiettivi con l’espansione dello stack attorno a ReactJS attraverso strategie modulari granulari.

Qui di seguito alcuni argomenti affrontati che lo studente deve apprendere per rendere questo processo possibile:

  • State management: Redux ed alternative
  • Concetti avanzati di react: Hooks e Context
  • Server side rendering: Next.js ed alternative
  • API client: GraphQL
  • Stile ed animazioni: CSS modules, react-spring

Backend WebApp: Introduzione a Java

Da quando il 23 Maggio 1995, John Gage, l’allora direttore dello “Science Office” di Sun Microsystems insieme a Marc Andreessen, cofondatore e vicepresidente di Netscape Corporation, annunciarono alla SunWorld™ che “Java wasn’t a myth” sono passati quasi 30 anni e Java è diventato il linguaggio più diffuso ed utilizzato per il web e conseguentemente per le App pensate per il web.

Il Master non intende esaurire la vastità di questo linguaggio di programmazione dall’estrema versatilità, ma piuttosto concentrarsi su come, grazie al framework Spring Boot, si possano creare velocemente architetture backend cloud-native.

Backend WebApp in Java: Spring Boot

Spring Boot è il framework di gran lunga più utilizzato nella programmazione Java. Conta sotto di sè innumerevoli progetti per gestire tutti gli aspetti necessari ad un backend moderno: database SQL e NoSQL, code, storage, messaggistica, caching, web layer, API REST, monitoraggio, strumenti per sviluppatori, autenticazione, templating ecc.

Lo studente apprenderà quindi gli aspetti necessari ad utilizzare, nell’ottica di rapida iterazione in produzione e secondo il proprio progetto, le parti del framework necessarie.

Ambiente di produzione: Progetto Finale

Durante il progetto finale previsto dal Master, lo studente potrà evolvere il proprio progetto dall’ambiente di sviluppo alla produzione.

In questa fase, che consentirà di rendere organica la conoscenza pregressa, lo studente affronterà i seguenti temi:

  • Testing: unit testing (Jest), end-to-end testing (Cypress)
  • Comprendere la build di produzione di React e la customizzazione
  • Cloud infrastructure: panoramica di AWS
  • Version control: Git
  • Gestione errori: Sentry

Dettagli del Master

Durata del Master
Biennale
Totale ore
288
Supervisionato da
Software utilizzati
Postazione di lavoro Pc/Mac individuale
Tavolette grafiche Wacom
Attestato di merito iMasterArt
Non vuoi o non puoi impegnarti in un divenire professionale garantito?
Iscriviti ad uno dei nostri Moduli per affinare in poco tempo le tue tecniche.
Richiedi info
Copyright © 2021 iMasterArt S.r.l. ‐ All rights reserved. Tutti i diritti relativi ad immagini e video pubblicati sono dei rispettivi aventi dirittoNote legali