Captain America - The Winter Soldier (Seconda parte) - iMasterArt

Captain America – The Winter Soldier (Seconda parte)

SCENE D'AZIONE: NUOVI STILI DI COMBATTIMENTO

Il 1o aprile 2013 sono iniziate le riprese del film, ma per gli attori l’azione è iniziata molte settimane prima, durante la preparazione dell’elettrizzante sequenza del combattimento in ascensore, che è stata girata durante i primissimi giorni della produzione.

Nella scena Steve Rogers viene attaccato da alcuni agenti all’interno di un ascensore affollato.
Questa scena è diventata un’icona del film e mostra l’abilità acquisita da Chris Evans e dai suoi colleghi del cast, grazie al training a cui si sono sottoposti.

«Era importante che gli attori si allenassero rigorosamente per il film perché volevamo che il pubblico li vedesse impegnati nell’azione in prima persona», spiega Anthony Russo, «Sul grande schermo il pubblico vuole vedere energia ed una fluida tecnica di combattimento».

Il regista Joe Russo sottolinea come le nuove capacità di Captain America siano ben evidenziate già all'inizio del film, nella scena sulla nave Lumerian Star: «In quella sequenza si nota benissimo che, rispetto a The Avengers, Captain America si è allenato parecchio nelle moderne tecniche di combattimento, come per esempio il Krav Maga – tecniche "rubate" al mondo reale, sviluppate per neutralizzare l'avversario in un combattimento ravvicinato.
«Uno dei nostri momenti preferiti dal punto di vista del lavoro sul personaggio, mi riferisco al nostro desiderio di portare Captain America a impiegare tecniche di combattimento moderne, è quando sottrae un coltello dalle mani di un pirata per scagliarlo contro la mano di un altro pirata, perché il secondo pirata sta per attivare il segnale d'allarme ed è l'unico modo per fermarlo. Utilizzare l'arma del tuo avversario per neutralizzarlo è uno dei principali insegnamenti nel Krav Maga.»



THE LUMERIAN STAR: UNA SEQUENZA FONDAMENTALE

Uno dei momenti più memorabili trascorsi sul set ha riguardato le riprese delle scene di combattimento a bordo della Lumerian Star.
Le sequenze sono state girate sulla Sea Launch Commander, una nave dotata di tecnologia per il trasporto satellitare, di stanza nel porto di Long Beach, California.

Girare a bordo di una vera nave, con spazi estremamente ridotti rispetto a quanto si sarebbe potuto ottenere con la tecnologia Green Screen o ricostruendo gli ambienti negli studios, ha prodotto non pochi problemi di natura logistica.
Le scene d'azione hanno richiesto una coreografia curata nei minimi dettagli ma l'ambientazione non ha fatto altro che rafforzare nei filmaker il desiderio di ottenere un risultato più che realistico.

La scena sulla Lumerian Star è all'inizio del film; esordire con una tale intensità è stata una scelta consapevole da parte dei registi, come spiega Anthony Russo: «Volevamo partire a tutto gas, catapultare gli spettatori dentro il film in modo rapido ed efficace». Joe Russo aggiunge: «Per noi era importante riuscire a coinvolgere il pubblico da subito, dando un'indicazione dell'energia e della rapidità che contraddistinguono il film per tutta la sua durata.»

LOCATION

Dopo aver ultimato le riprese a Washington i filmmaker si sono recati a Cleveland, in Ohio, per sei settimane, con lo scopo di girare le grandi sequenze d’azione del film.

I filmmaker hanno riscontrato enormi vantaggi nel girare a Cleveland, come spiega il produttore esecutivo Louis D’Esposito: «Cleveland aveva già sostituito New York in modo eccellente nel film Marvel The Avengers, ma stavolta è stata persino migliore nei panni di Washington, perché molti dei suoi edifici hanno la stessa altezza e lo stesso stile architettonico di quelli di Washington, e questo ha fornito alla produzione gli ambienti adatti per girare le scene di inseguimento fra le macchine e quelle dei combattimenti».

Ci sono due grandi sequenze d’azione nel copione, tutte in esterno, che potevano essere girate solo a Cleveland.
Una riguarda un intenso inseguimento con le automobili in cui è coinvolto Nick Fury, e un’altra è un’azione ad alto voltaggio con Captain America, Vedova Nera e Falcon contro il Soldato d’Inverno.

«Le sequenze d’azione mostrano inseguimenti in automobile, camion che esplodono, macchine che volano in aria e combattimenti in strada con armi automatiche», spiega il co-produttore Nate Moore, «Sembreranno vere perché abbiamo cercato di renderle il più credibili possibile per il pubblico».

La produzione ha girato sulle strade con due unità complete di attori e troupe, e ha dovuto chiudere molte strade del centro, oltre a cinque chilometri della Memorial Shoreway, una delle maggiori arterie stradali che attraversa la città, per tre settimane consecutive, durante la trafficata stagione estiva.

Il produttore Kevin Feige spiega le difficoltà logistiche: «Per girare a Cleveland, avevamo bisogno di una partnership strategica con la città, che comprendeva un coordinamento fra il sindaco Frank Jackson, la Greater Cleveland Film Commission, il governatore John Kasich, la Greater Cleveland Regional Transit Authority, il County Executive Ed FitzGerald e tutti i cittadini e i negozi di Cleveland. Sono davvero grato al fatto che tutti hanno cercato di aiutarci a realizzare un risultato importante ed inedito per questa città».

UN THRILLER PER SUPEREROI

«Volevamo creare un film diverso da qualsiasi altro film Marvel.
Il suo tono è differente.
È ricco d’azione e di umorismo ma allo stesso tempo i personaggi esplorano le situazioni in un modo più profondo e più ricco, e l’azione tocca livelli che si spingono ben oltre quelli degli altri film.
Abbiamo avuto una base importante per poter raccontare gli eventi passati e futuri, e per poter creare un’avventura che sorprenderà tante persone», spiega il produttore Kevin Feige.

Per concludere, i fratelli Russo dichiarano: «Siamo orgogliosi di questo film, come di tutto quello che abbiamo fatto nella nostra carriera, è stato un incredibile processo collaborativo in cui abbiamo lavorato insieme a persone di grande talento. Siamo contenti di aver portato sul grande schermo ciò che più amiamo dei fumetti e ci auguriamo che il pubblico lo apprezzi. Questo film deve trasmettere energia...ci piacciono le scene mozzafiato e adoriamo sentirci completamente catturati, dimenticando tutto il resto e ricordando di mangiare i popcorn solo a metà film! Secondo la nostra visione questo è il cinema migliore, quando ti immergi in un viaggio emotivo perdendo di vista te stesso durante la lavorazione di un film. Speriamo di aver realizzato ciò che volevamo, ossia una perfetta via di mezzo fra una storia di Supereroi e un thriller realistico a sfondo politico».

22 mag 2014
Copyright © 2019 iMasterArt S.r.l. ‐ All rights reserved. Tutti i diritti relativi ad immagini e video pubblicati sono dei rispettivi aventi dirittoNote legali