Star Wars - The force awakens parte III - iMasterArt

Star Wars – The force awakens parte III

Un look moderno con uno sguardo al passato

L'episodio 7 è un film tecnicamente ineccepibile, dove si integrano in modo perfetto le più moderne tecnologie digitali e gli effetti speciali analogici.

Lo stesso regista, J.J. Abrams ha più volte rilasciato commenti in merito, ribadendo la sua volontà ad utilizzare il più possibile effetti speciali fisici, ricostruzioni ambientali da set e, soprattutto, una nutrita serie di personaggi meccanici reali e non creati totalmente in Computer Grafica: ne risulta un mix vincente e coerente che strizza l'occhio alla cifra stilistica della prima trilogia, tutto realizzato in CGI.

Il risultato è di ottima fattura: è stato fatto in tal senso un ampio utilizzo del software per lo Sculpting Digitale ZBrush di Pixologic, e del software Maya di Autodesk in combinazione con applicativi proprietari per la gestione della fase di animazione dei personaggi definiti completamente in Digitale. In totale, Roger Guyett, Supervisore agli effetti speciali in ILM, ha dovuto coordinare circa 2.100 shot in cui vi era la presenza massiccia di VFX.

E' interessante ricordare la presenza di una particolare sequenza, dove i software di grafica 3D hanno permesso di ricreare il sequel della scena presente nel Capitolo 4 - Una nuova Speranza in cui Chewbecca e C-3Po si intrattengono giocando ad una sorta di dama olografica con piccoli mostri e creature al posto dei pedoni.

La sequenza originale fu animata in Stop Motion, come del resto molte delle scene che prevedevano il movimento dei pupazzi in scena. Fedele alla sua prima idea di mantenere il più possibile effetti reali in scena, Abrams ha richiesto di impiegare gli stessi modellini di Una nuova Speranza per animare in Stop Motion il seguito della partita iniziata da Chewbecca e C-3Po.

Sfortunatamente, i modellini in questione erano talmente logori e deteriorati da non poter essere in nessun modo impiegati per una nuova sessione di animazione Stop Motion, così il team di animazione ha provveduto a ricreare in ZBrush le copie digitali dei “pedoni” sfruttando le foto e le immagini presenti nell'archivio di ILM.

Gli unici due personaggi realizzati completamente in Digitale per The Force Awakens, sono stati i character Maz e Snoke; in questo caso il team di animazione si è avvalso di alcune sessioni di Motion Capture ritoccate ed enfatizzate successivamente impiegando una classica tecnica di animazione in Keyframe. Altri personaggi fondamentali, come ad esempio il robottino BB-8, sono stati invece ricostruiti fisicamente.

Note di merito, dal punto di vista tecnico, vanno attribuite alle fasi di Editing e Post Produzione, effettuate prevalentemente dall'azienda Bad Robot Production (di proprietà dello stesso J.J. Abrams) sfruttando la potenza e la versatilità di un sofisticato sistema Avid.

Quest'ultimo era composto da 4 pacchetti Avid Media Composer, connessi simultaneamente ad un rete Avid ISIS che inizialmente disponeva di ben 64 TB di spazio fisico di archiviazione.

Nel darvi appuntamento al prossimo articolo, vi ricordiamo che è on-line il nuovo sito di I Like 3D: www.ilike3d.net, grazie al quale potrete rimanere aggiornati su tutte le news riguardanti il progetto Editoriale del Magazine ad opera di iMasterArt Publishing Division!

Che la FORZA sia con voi!

3 feb 2016
Copyright © 2019 iMasterArt S.r.l. ‐ All rights reserved. Tutti i diritti relativi ad immagini e video pubblicati sono dei rispettivi aventi dirittoNote legali